Vini maturi

I vini maturi sono la più grande sfida per ogni vinificatore. Nei vigneti bisogna scegliere le posizioni più favorevoli per ogni singolo vitigno, aspettare che le viti siano invecchiate abbastanza e che la resa sia stabile, sperare che le condizioni atmosferiche siano favorevoli e alla fine dimostrare le proprie conoscenze nella cantina. Abbiamo deciso di proporre due uvaggi, bianco e rosso. Vengono preparati con vitigni, che già di per se danno ottimi vini e quando sono uniti, propongono una combinazione vincente.

Maria Nevea 2006

Con una parola: estate. L’ebbrezza dei giorni più caldi, quando il mondo cristiano celebra Santa Maria della neve (5 agosto), si rispecchia sia nel bouqet che nel gusto di questo vino robusto. Le note fruttate sono marcate, i lieviti hanno lasciato una nota piacevole di crosta di pane, la maturazione nel legno ha donato al vino una dovuta larghezza, ma non a scapito della freschezza. Un vino per le grandi occasioni e per i cibi, dove il cuoco può sbizzarrirsi con le spezie e le erbe aromatiche.

Composizione: Ribolla 40%, Chardonnay 30%, Pinot grigio 30%
Regione viticola: Brda, Slovenija
Vigneti: Ronk, Breg, Hruševlje, Pri Hiši
Età dei vigneti: 30–40 anni
Raccolto: 30 hl/ha
Terreno: marna
Vendemmia: a mano, Ribolla-inizio ottobre, Chardonnay-metà settembre, Pinot grigio-inizio settembre.
Vinificazione: la lavorazione avviene per ogni vitigno separatamente. 24 ore di macerazione a 18°C sono seguite dalla pressatura con pressa pneumatica e la fermentazione in contenitori inox. A fermentazione conclusa il primio travaso, dopo di che il vino matura per altri 10 mesi sulle fecce fini. Dopo il secondo travaso, il vino matura per un anno in botti di quercia. Segue poi l’unione dei diversi vini nelle giuste proporzioni e l’ultimo viaggio nella botte per farlo affiatare del tutto prima di essere imbottigliato.
Gradazione alcolica: 14,0 % vol.
Zuccheri: 3,0 g/l
Acidità totale: 5,5 g/l